Home sweet Home – l’abitare in Africa

giugno 2019

Sentiamo sempre dire “Aiutiamoli a casa loro” ma sappiamo come sono fatte queste “case loro”?

A volte vantano tradizioni millenarie perpetuate con cura, spesso sono creative, sostenibili, vivaci e ancora più spesso possono insegnarci molte cose rispetto a come si costruisce e come si vivono gli spazi “a casa nostra”…

Alcuni mesi fa, insieme agli amici di Vivere Insieme in pari Dignità, associazione bolognese che propone eventi e incontri incentrati su cultura e storie d’Africa ci siamo riproposti di provare a raccontare alcune case e edifici d’Africa dal punto di vista delle tipologie, dei materiali e delle tecnologie sostenibili o creative utilizzate.

L’occasione e la cornice ideale è la meravigliosa mostra “Ex-Africa” al museo Archeologico di Bologna, che fa il punto su secoli di arte africana e sulla sua fondamentale influenza, principalmente sulle avanguardie novecentesche.

Nel pensare a come e a cosa raccontare ci è venuta l’idea di coinvolgere amici architetti che condividono con noi l’impegno e l’esperienza nella cooperazione internazionale.

Ognuno dei sei relatori racconterà quindi di edifici che ha toccato con mano, studiato a fondo per carpirne tecniche e tradizioni da riproporre e, in alcuni casi, vissuto come ospite di famiglie o comunità locali.

Senza ovviamente la pretesa di rappresentare un quadro esaustivo, peraltro impossibile, ma ricostruendo piccoli frammenti che contribuiscono a restituire la complessità e l’immensa varietà di un continente indagando il controverso rapporto fra tradizione e “modernità”.

Appuntamento venerdì 21 giugno a Bologna, presso il museo Civico Archeologico ore 16,30.

Insieme a noi ci saranno Stefan Pollak di Architettura a kilometro zero, Sara Bettoli, Lorenzo Conti e Mattia Lucchetti di LOAD e Cecilia Barberis di HUM.A.

vi aspettiamo!

Torna all’indice delle notizie
Condividi questa pagina

Progetti in evidenza

TaxiBrousse sviluppa progetti e consulenze di ingegneria, architettura, urban planning e ambiente per la cooperazione internazionale


Seguici sui nostri canali social


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *